Il Backup: punto di partenza e vera ancora di salvezza

Al giorno d'oggi si sente molto parlare di Business Continuity (BC) e Disaster Recovery (DR) ma sempre meno di backup. Un po' in controtendenza io invece vorrei fare un passo indietro ipotizzando che non tutti gli utenti (e le aziende) siano così evoluti da comprendere i temi appena citati.

Quando si parla di sicurezza informatica, infatti, occorre sempre partire dal backup: senza un adeguato sistema di backup non c'è certezza che i propri dati siano al sicuro!

Per prima però cosa occorre chiarire di cosa stiamo parlando.

Il backup non è solo un componente di BC e DR, ma ne costituisce il cuore pulsante, infatti senza una copia dei dati, non è possibile garantire il il ripristino dell'operatività in caso di disastro o di danneggiamento.

La regola base è molto semplice: le informazioni e i dati (i files ndr) che si desidera salvaguardare devono essere duplicati, in modo da poter utilizzare la copia in caso di bisogno.

Considerando che viviamo in un mondo digitale, questo vale anche per gli altri dispositivi che contengono informazioni importanti: lo smartphone, il tablet, la fotocamera. Tutti vanno sottoposti a backup, a meno che non si sia disposti a perdere tutto ciò che contengono.

Quando parlo di backup non intendo servizi come OneDrive, Dropbox e similari. Questi sono servizi di sincronizzazione dei file che servono a renderli disponibili immediatamente nel cloud per essere fruibili in mobilità e da qualsiasi device, ma hanno solo alcune delle caratteristiche di un vero backup.

back up

Un sistema di backup degno di questo nome deve avere almeno tre caratteristiche:

  1. La copia  deve essere fatta su un supporto fisico diverso da quello in cui risiedono i dati stessi (es: i dati di un  computer devono  essere copiati su un disco esterno, su una chiavetta o nel cloud).

  2. Il backup deve essere automatico, senza richiedere l'intervento umano, altrimenti i problemi capiteranno proprio quella volta che vi siete dimenticati di farlo.

  3. Il backup deve essere monitorato, occorre sapere che è stato fatto ed ha avuto successo. Ci sono mille motivi che possono far fallire un backup e non pensare che funzioni per sempre senza manutenzione.

Ovviamente questa è solo la punta dell'iceberg e ci sono molte più opzioni da considerare per realizzare un adeguato sistema di backup, ma i tre punti appena illustrati sono imprescindibili per dormire sonni tranquilli.

Partendo dall'approfondimento di questo tema possiamo poi parlare di Business Continuity e Disaster Recovery, ovvero come non fermare il lavoro e ripartire in qualunque caso, ma lascio al prossimo articolo i dettagli su come procedere in tal senso, così che tu possa avere il tempo di attivarti per il backup